Scelti per voi

Visualizzazione post con etichetta La cupola dei vaccini. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta La cupola dei vaccini. Mostra tutti i post

lunedì 5 giugno 2017

Roberto Burioni o BUrioniSINESS? (Video)

Nella foto il medicastro Roberto Burioni

Salvo Mandarà ci parlerà in questa sua diretta del coinvolgimento di questo personaggino il 
Roberto Burioni 
Dovete sapere che questo Roberto Burioni è sconosciuto all'estero, e solo da poco conosciuto in Italia, ma perché portato alle stelle dalla mafia medica e politica, con i loro complici mediatici anch'essi foraggiati dalle case farmaceutiche. 
Questo "medico" non è neanche lontanamente paragonabile con medici scienziati quali Stefano Montanari, ma si permette di parlare liberamente di vaccini sponsorizzandoli come se fossero il nutrimento principale dell'umanità, ma noi sappiamo che gli scopi sono molto diversi, come l'aggravamento della salute del popolo tanto da dover ricorrere sempre a rimedi chimici per attuare il dolore, piani di sterilizzazione, di controllo mentale tramite i metalli pesanti e nocivi (immessi appositamente nei vaccini) che vanno direttamente nel sangue etc...
Questo losco personaggio è invischiato appunto in cose molto losche, molto scorrette, ecco il perché tanto accanimento nello sponsorizzare i vaccini, il medicastro c'è anche dentro fino al collo! Qui il link del centro brevetti con tutta la lista che "l'inventore" Burioni ha depositato!  http://patents.justia.com/inventor/roberto-burioni 

Adesso vi lascio alla diretta di Salvo Madarà.

 Buona visione.

Vaccini: SALUTE o BUrioniSINESS? Con Pam Morrigan



Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

venerdì 4 novembre 2016

Fu beccato in un video a prendere mazzette per le case farmaceutiche, la Lorenzin lo piazza a rappresentare l’italia in EUROPA

pasqualino-rossi-840113-696x520
Ma non c’era proprio nessun altro per quell’incarico? «Era l’unico che sapeva le lingue».°.°
La storia si svolge a Bruxelles, in rue Rue du Marteau, sede della Rappresentanza permanente dell’Italia presso l’Unione Europea. Tutto quello che per l’Italia si decide in Europa, dai trasporti, agli affari economici, dalla sicurezza, alla sanità, all’immigrazione, passa prima da questi uffici.
È scontato pensare che i ministeri da Roma mandino i migliori funzionari a rappresentarci e a promuovere gli interessi del nostro Paese. Poi, scorrendo l’elenco dei nomi, l’occhio cade sul dirigente di fascia A Pasqualino Rossi, incaricato a inizio anno di occuparsi della nostra sicurezza alimentare, dei farmaci e della salute veterinaria. La nomina è suggerita da una commissione interna alla ministra Lorenzin, che dà l’approvazione finale. Chi è Pasqualino Rossi? Assunto nel ‘98 dal ministero della Salute come direttore medico, si occupa di farmaco vigilanza, e negli anni diventa un importante dirigente dell’Aifa, l’agenzia italiana per il farmaco. Proprio in questa veste, nel 2008, dopo due anni di indagini, viene arrestato dal procuratore di Torino Raffaele Guariniello, insieme ad altri funzionari pubblici e dirigenti di società di intermediazione nel settore farmaceutico. L’accusa è di corruzione.
Bustarelle
Nelle 400 pagine che spiegano il provvedimento, il Gip di Torino scrive: «Da quanto emerso, si registra una totale assenza nel Rossi dell’interesse per la tutela della salute pubblica». Per conto dell’Aifa si occupa delle procedure di valutazione e autorizzazione dei farmaci presso l’agenzia del farmaco internazionale. La Procura piemontese intercetta e pedina il dirigente per mesi. Ne esce il ritratto di un funzionario pubblico alla continua ricerca di soldi, per mantenere un tenore di vita al di sopra delle sue possibilità. Per questo, secondo i magistrati, passa informazioni riservate agli informatori farmaceutici e agevola le pratiche per l’approvazione dei farmaci in commercio. Quest’attività viene ricompensata con denaro e regali. Matteo Mantovani, rappresentante della Segena, una società di consulenza per le aziende farmaceutiche, alimentari e veterinarie, gli regala una vacanza in un lussuoso resort per tutta la famiglia, oltre ai mobili del nuovo appartamento. A lui si rivolge anche Riccardo Braglia, amministratore della Helsinn Healthcare, il gruppo farmaceutico svizzero produttore della nimesulide, il principio attivo dell’Aulin. Il farmaco, dopo la sospensione in Irlanda per i danni al fegato, rischia in Italia il ritiro dal commercio. Alla fine nel nostro Paese l’Aulin si salva, e per questo, secondo i magistrati, Braglia ringrazia Pasqualino Rossi con una bustarella nascosta dentro ad un giornale. Il passaggio di mano è immortalato in un video girato dai Nas di Roma. La difesa di Rossi, riportata dalla stampa, in merito ai «regali», è disarmante: «Pensavo fossero delle banalità, non ho mai fatto cose contrarie ai doveri d’ufficio».
Iter giudiziario
L’iter giudiziario è lento e accidentato: nel 2008 la Procura di Torino trasferisce gli atti a quella di Roma per competenza; il rinvio a giudizio per Pasqualino Rossi e altri sedici imputati, arriva nel settembre del 2010. Nel frattempo Rossi viene trasferito dall’Aifa al ministero della Salute con incarico di consulenza, studio e ricerca presso la Direzione Generale per i rapporti con l’Ue e Rapporti Internazionali. Deve valorizzare e diffondere le buone pratiche nell’ambito della cooperazione sanitaria e della salute globale, il settore guidato fino a due settimane fa da Daniela Rodirigo, la dirigente allontanata dalla Lorenzin dopo la pubblicazione del famoso depliant sul fertility day.
Prescrizione
Siamo al settembre del 2015. Il Tribunale di Roma, senza arrivare al giudizio di primo grado, emette sentenza di non luogo a procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di tutti gli imputati. I giudici scrivono anche che, a contribuire alla dilatazione dei tempi del processo, c’è «la trascrizione delle telefonate che è avvenuta con notevole ritardo, posto che la Procura di Roma non rinveniva i video e le intercettazioni trasmessi dalla Procura di Torino».
Conosce l’inglese
Intanto la carriera di Pasqualino Rossi è proseguita senza intoppi sino alla fine del 2015, quando, insieme ad altri 4 dirigenti, risponde all’interpello per la Rappresentanza permanente dell’Italia all’Ue. La scelta cade su di lui perché uomo d’esperienza che conosce l’inglese. La ministra Lorenzin e i suoi direttori generali dichiarano che, al momento della scelta, non conoscevano la sua storia. Ma prima di decidere una nomina, a nessuno viene in mente di digitare un nome su Google? D’accordo, non è colpevole di nulla, perché il reato è stato prescritto, ma lui stesso aveva ammesso le generose donazioni, e le immagini del passaggio di denaro sono impietose. Insomma, se nei ministeri la carriera è assicurata al di là di tutto, a che titolo uno si dovrebbe impegnare ad essere onesto, competente e meritevole?

Creatori di bufale allo sbaraglio.




Eh bravo! Complimenti!!! Peccato che la disinformazione in Italia sia lei. 



Michelangelo Coltelli, veditore di Bijotteria a Bologna e fondatore di BUTAC
 Diffida dai “sedicenti” esperti che come cani pastore ti mettono in riga demolendo ogni pensiero diverso dalla quello imposto dai media La scienza è infallibile. Questo è innegabile. La propaganda non è scienza ma solo lo specchio del sistema.

Qualcuno conosce il sito Bufale un tanto al Chilo? Anche se sarebbe meglio chiamarlo: Propaganda un tanto al chilo

Leggendo quello che vi si trova scritto il messaggio è chiaro:

– I vaccini fanno TUTTI bene (appoggio alle case farmaceutiche)

– Non dobbiamo uscire dall’Euro (appoggio alle banche)

– L’omeopatia è una falsa scienza appoggiata dagli stupidi (appoggio alle case farmaceutiche)

– La vitamina C non fa così bene (appoggio alle case farmaceutiche)

– L’ISIS non è stato finanziato in nessun modo dagli Stati Uniti (appoggio al sistema politico/Illuminati)

– Quello che il sistema dice sull’11 settembre E’ TUTTO VERO (appoggio al sistema politico/Illuminati)

– Diffamazione contro i vegani (crea divisioni e mina la libertà di pensiero)

– Appiccica “etichette” svilenti a tutti coloro che pensano in modo indipendente dal sistema di controllo, es: complottisti, antivaccinisti, animalisti, ambientalisti…(crea divisioni e mina la libertà di pensiero)

– Tutte le cure alternative per il tumore sono “bufale” (appoggio alle case farmaceutiche)

– La marijuana a scopi terapeutici fa male (appoggio alle case farmaceutiche)

– Il metodo di Bella è una bufala (appoggio alle case farmaceutiche)

– Le celiachia non è in alcun modo influenzata dai diserbanti della Monsanto (Appoggio alle multinazionali)

– Gli studi sul Ph e sulla sua incidenza nei casi di tumore sono “bufale” (appoggio alle case farmaceutiche)

– Chi si oppone al sistema di controllo è un “UTONTO: un mix tra “untore” e “tonto” (appoggio al sistema politico/Illuminati)

– I parlamentari Italiani non sperperano i soldi dei contribuenti (appoggio al sistema politico/Illuminati) e chi più ne ha più ne metta…

Bugie in 4 STEP

Ecco come Bufale un tanto al chilo “smentisce” verità scomode.


1) riporta un fatto Viene riportata la notizia contraria al sistema


2) identifica un portavoce della notizia Viene identificata un portavoce o sostenitore della notizia. In genere se la notizia ha molti sostenitori, anche appartenenti fonti “ufficiali” o riconosciute dal sistema, viene scelto l’anello più debole.


3) diffamazione personale della fonte Viene diffamata la fonte sul piano personale: “non ha studiato”, “non ha fatto…”, “non è riconosciuto” ignorando il messaggio che porta e sopratutto ignorando le prove scientifiche che hanno portato all’origine della notizia.


4) viene passata la propaganda A quel punto si riporta “fonti ufficiali”, studi “attendibili” che dicono l’esatto opposto. Senza in realtà provare niente.



Questo schema, usato in genere dagli avvocati per demolire la controparte, è il metodo BASE per convincere tutti della bontà delle notizie offerte dal sito. Bufale un tanto al chilo smentisce le notizie per poi non dare spiegazioni per quello che succede Ma sopratutto… Gli autori di Butac non si pongono mai nella condizione di dover giustificare quello che dicono: prevalentemente attaccano sul personale, denigrano gli altri senza metterci la faccia (nessuno sa chi sono) e senza portare prove scientifiche.
O meglio si rifanno alla propaganda delle grandi lobby farmaceutiche o ad analisi in laboratorio di parte.

E’ un po’ come dare del complottista a chi dice che fumare fa male riportando “attendibili studi scientifici” fatti dalla Malboro.
Le prove che portano hanno se mai lo stesso valore di quelle che confutano.

Come funziona la disinformazione di butac
Viene scritto un articolo in cui si mette in dubbio il sistema, in questo caso la medicina e l’effettiva utilità della chemioterapia.
Entro massimo un mese viene scritta una smentita (pagata da Big Pharma o dal migliore offerente) in cui viene sbugiardata la notizia.


Per essere sicuri di posizionarsi sui motori di ricerca, esperti usano le stesse parole chiave dell’articolo originale.
A questo punto facciamo noi alcune domande


Chi finanzia il sito?
Chi è che paga lo stipendio a questi “esperti del sistema”?

Scrivere una mole così elevata di articoli, fare “ricerche” online porta via molto tempo. E’ un lavoro a tempo pieno.
Chi è il committente? Come mai si nascondono dietro nickname?

Se il fine ultimo, del sito fosse “trasparente”, come dicono gli autori, non avrebbe senso ha nascondere i nomi degli “esperti” dietro nikname senza dare la possibilità di contattarli.


Cosa fa (in generale) un sito Influencer Un sito generato per influenzare le masse, pratica comune e legittima nel marketing digitale, in genere si appoggia ad un sito-dominio molto ben posizionato sui motori di ricerca.


Un sito influencer, deve apparire slegato ed indipendente da chi effettivamente lo finanzia, altrimenti appare come marketing puro


Un sito influencer, spesso ha un listino in cui mette in vendita i suoi servizi: – un articolo – una serie di articoli – un canale dedicato Tutto questo in base da quanto si vuole spendere


Un sito influencer, ha un team dedicato per la pubblicazione di materiale e per rispondere ai commenti in tempo. Un sito influencer, offre un posizionamento SEO (sui motori di ricerca) spesso per silurare i competitor (ossia gli antagonisti) su determinate parole chiave.





dIffidate dell'informazione






Vi ricorda qualcuno? Cosa si dice di Bufale un tanto al chilo


Indagini in corso dalle procure di Bologna e Firenze stanno esaminando quando sia il danno economico che gli autori, uno identificato come Michelangelo Coltelli, hanno causato a diverse aziende – al solo scopo di fare soldi con la diffamazione.

La procura della repubblica di Bologna ha aperto un fascicolo di indagine nei confronti dei responsabili del sito Bufale un tanto al chilo (butac.it) ipotizzando i reati di diffamazione mezzo stampa, calunnia e stalking nei confronti dell’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente e del suo presidente Lorenzo Croce che ha presentato formale denuncia alla procura della repubblica di Bologna Animali Ambiente


E’ stata presentata una querela a Butac.it per Diffamazione a mezzo internet in riferimento alle false notizie pubblicate sul sito www.butac.it su mistacco.it e sull’ ideatore del sito Mistacco.it



Chi sono gli influencer?


Dare una definizione esatta di influencer è piuttosto complicato. La “materia” è troppo recente e gli esperti del settore non sono ancora giunti ad un accordo sul tema. Possono coesistere diverse specie di influencer.


C’è, ad esempio, la celebrità, seguito a volte da milioni di utenti capace di smuoverne diverse migliaia ad ogni tweet o post scritto; c’è l’autorità, la cui opinione è considerata come fosse oro colato; l’attivista, invece, è capace di creare potenti movimenti d’opinione attorno ai temi che tratta, riuscendo a mobilitare migliaia di utenti attorno a campagne politiche e sociali; il connector, invece, si segnala per la sua capacità di creare collegamenti tra i diversi settori, riuscendo a cogliere trait d’union invisibili ai più.


Da non sottovalutare, inoltre, la figura dell’analista, i cui punti di vista sono ritenuti da tutti credibili e affidabili.
fonte: http://www.fastweb.it/social/chi-sono-gli-influencer-e-come-scoprirli/la UE paga influencer con i nostri soldi per creare disinformazione


E’ stato stanziato un milione di euro per addestrare queste persone, che presto invaderanno il web per denigrare e contrastare coloro che “osano” criticare l’euro, tramite commenti sui social network e sui blog Scrivere “uscire dall’euro”, “MES”, “fiscal compact”, “ritorno alla lira” o altre parole ad alto rischio di critica attirerà subito gli esperti del caso, quelli bravissimi a sfottere, deridere, insinuare, insomma a buttare tutto in caciara.




Troll professionisti.


L’ha scoperto il Telegraph, che racconta come l’Unione Europea si stia preparando alle elezioni del prossimo anno cercando di preservare se stessa e le proprie istituzioni investendo qualche milione di euro allo scopo. Così l’articolo: “Particolare attenzione sarà prestata ai Paesi che hanno sperimentato un aumento dell’euroscetticismo“, dice un documento confidenziale dello scorso anno.


“I comunicatori istituzionali del Parlamento dovranno avere l’abilità di monitorare le conversazioni pubbliche e il sentiment popolare, per capire gli argomenti di tendenza, e avere la capacità di reagire velocemente, in un modo mirato e rilevante, unendosi alla conversazione ed influenzandola, per esempio, fornendo fatti e distruggendo miti.” Il training per i funzionari comincerà questo mese.


fonte: http://www.nocensura.com/2013/02/arrivano-gli-influencer-pagati-dallue.html


La disinformazione di Butac fa passare per verità Notizie palesemente false mentre fa passare per disinformazione Ciò che corrisponde al vero. Pasquale Ferorelli.it tratto da sciechimicheinformazionecorretta.blogspot.it

lunedì 24 ottobre 2016

Autismo e Vaccini: una questione svelata quanto omessa; diversi gli studi in merito e diverse le opinioni scientifiche.

AUTISMO E VACCINI: BIG PHARMA E LE “AMMISSIONI OMESSE”

I foglietti illustrativi parlano chiaro nonostante le omissioni ed il voler negare l’evidenza da parte di Big Pharma.
AUTISMO
Aggiornamento marzo 2016 a fine articolo.
Correlazioni tra Encefalomiopatia mitocondriale e la vaccinazione FluMist.
  • http://healthbitesonline.blogspot.it/2010/04/big-pharma-admits-vaccines-cause-autism.html
 (per scaricare download o leggere l’intero documento cliccare  qui)
leigh syndrome flumist insert
Le seguenti reazioni avverse sono state identificate durante l’uso post-approvazione di FluMist.
Cos’è il FluMist?
  • https://www.flumistquadrivalent.com/consumer/index.html
Partendo dal presupposto che gli studi clinici abbiano da sempre coinvolto un numero di soggetti limitato e  per un tempo troppo breve per comprenderne ed osservarne gli effetti indesiderati  gravi, questo non vuol dire che questi non sussistano.Ricordiamo che per diversi vaccini gli studi sono tutt’oggi ancora non visibili;
Come mai? Dove sono?
La rapida approvazione FDA gioca la maggior parte delle volte un ruolo fondamentale e lo stesso evince in questo caso, comparando il lasso di tempo voluto dalla stessa; sei mesi anziché dieci anni di sperimentazione standard.
Diverse le segnalazioni che riguardano  patologia congenite, o di encefalomiopatia mitocondriale (sindrome di Leigh).
  • Cos’è  l’encefalomiopatia mitocondriale e che correlazione c’è con l’autismo? Che cosa è un disturbo mitocondriale?
  • I mitocondri sono i “generatori di energia” all’interno delle nostre cellule.
Mitocondri
Sebbene studiati già dagli anni ’40, il disordine mitocondriale è stato per la prima volta diagnosticato nel 1959, siamo a conoscenza di circa 40 disordini mitocondriali. Molti hanno a che fare con l’incapacità di produrre efficacemente energia all’interno delle cellule, un processo che richiede centinaia di reazioni chimiche. Il prodotto di un metabolismo mitocondriale alterato si accumula nelle cellule, causando quindi danni e una varietà di sintomi.
In base a quali cellule sono coinvolte, i problemi mitocondriali determinano:
  • debolezza muscolare
  • crescita rallentata
  • problemi intestinali
  • perdita della vista
  • epilessia
  • problemi di sviluppo.
I mitocondri sono responsabili  per l’elaborazione dell’ossigeno e trasformano gli alimenti in energia per le funzioni cellulari essenziali. Il processo di conversione di cibo e ossigeno in energia richiede centinaia di reazioni chimiche. Quando uno o più componenti di queste reazioni chimiche non viene eseguito perfettamente, c’è una crisi energetica. Il cibo perciò potrebbe accumulare una sorta di veleno nel nostro corpo anziché energia.
Questo veleno può fermare altre reazioni chimiche fondamentali alla sopravvivenza delle cellule. Inoltre, questi veleni possono agire allo stesso modo dei radicali liberi (sostanze reattive che prontamente formano composti nocivi con altre molecole) che possono danneggiare i mitocondri nel corso del tempo,causando danni  irreversibili.
Circa 1 su 4.000 bambini negli Stati Uniti  svilupperà la malattia mitocondriale all’età di 10 anni.
I mitocondri potrebbero non funzionare correttamente a causa di un difetto genetico,dall’abuso di droga , o danni causati dai radicali liberi. Le Neurotossine (come il mercurio nei vaccini) interrompono la respirazione mitocondriale .
L’ encefalomiopatia mitocondriale  (encefalo= cervello e miopatia =degenerazione) comporta un malfunzionamento dei mitocondri che conducono alla degenerazione del cervello.

LA STESSA È ELENCATA COME EFFETTO COLLATERALE DEL VACCINO FLUMIST.

Così il creatore di FluMist ammise che lo stesso vaccino contenesse tossine abbastanza potenti da danneggiare in modo permanente i mitocondri, portando alla morte delle cellule cerebrali.
In breve, FluMist provoca danni al cervello.
Tra i diversi disturbi e malattie troviamo la sindrome di Leigh conosciuta anche come encefalopatia necrotizzante subacuta .

 CHE COSA È LA SINDROME DI LEIGH?

La Sindrome di Leigh, conosciuta anche come encefalopatia necrotizzante subacuta è una malattia della prima infanzia, caratterizzata da acidosi lattica, interruzione dello sviluppo psicomotorio, problemi di alimentazione,convulsioni, paralisi extraoculare e debolezza con ipotonia. La morte solitamente insorge entro uno o due anni dalla nascita. All’esame istologico si osservano aree bilaterali e parzialmente simmetriche di distruzione del tessuto cerebrale  con aspetto spongiforme e proliferazione vasale; le aree più colpite sono la sostanza grigia periventricolare del mesencefalo, il tegmento del ponte e le regioni periventricolari del talamo e dell’ipotalamo . La maggior parte dei casi sono ereditari con trasmissione autosomico-recessiva e mostrano una ridotta attività del complesso IV della fosforilazione  ossidativa mitocondriale 
(Fonte: http://www.healthline.com/ )Ecco un confronto:
(Clicca sull’immagine per ingrandirla)
Le similitudini esistono,sono scritte e pertanto affermate proprio da Big pharma pur non sapendolo né volendolo. Se tale disturbi rientrano negli effetti collaterali scritti sul bugiardino vuol dire che purtroppo accadono,sono prassi ed il collegamento sussiste.
Allora, che cosa è il danno mitocondriale;
Ha lo stesso a che fare con l’autismo?
La ricordate Hannah Poling ?
hanna poling
Quello che è stato scritto del caso di Hannah Poling è controverso e in contraddizione.
Il numero di casi di autismo correlato ai disordini mitocondriali è esiguo. Nel 1985 ad esempio, sono stati diagnosticati solo 4 casi di autismo con acidosi lattica grave. Mentre il numero di casi è sicuramente più alto. Molti neurologi scherniscono l’esistenza di problemi mitocondriali, se non quelli a base genetica.
A due anni dalla prima sentenza, oggi arriva quella della Corte d’Appello (tribunale dei vaccini):
La famiglia di Hannah Poling riceverà più di 1.5 millioni di  dollari per le cure di cui necessita per l’intera vita, per la perdita dell’udito e per tutto il dolore e le sofferenze patite a causa del vaccino.Ecco un commento di Dan Olmsted alla notizia:
“Il castello di carta. I vaccini non causarono l’autismo di Hanna. La condizione è semplicemente un “risultato” del vaccino.L’approccio del governo degli Stati Uniti su vaccini ed autismo è completamente contorto ed inaffidabile e questo oggi è sotto gli occhi  di tutti.
Pochi mesi dopo che la corte federale per i vaccini aveva sghignazzato sul fatto che l’autismo avesse qualcosa a che fare con i vaccini, rigettando oltre 5000 casi in una sola volta, la CBS riporta: “Famiglia riceve 1,5 milioni di dollari nella sentenza durante il primo processo sul legame autismo-vaccini” che il governo ha assegnato ad Hannah Poling per l’autismo regressivo seguito a vaccinazione.
Si ricorda la vicenda legale di Hannah attraverso i nostri documenti precedenti:
  1. Storica sentenza della Corte Federale di Atlanta
  2. Disordini mitocondriali nell’autismo: la storia di Hannah Poling
Il padre di Hannah è stato anche co-autore di un articolo sul suo caso, pubblicato nel Journal of Child Neurology nel 2006.
Fonte
ALLEGATI
Uno studio del 2005  ha trovato che l’incidenza di disturbi mitocondriali tra i bambini autistici è del 7%.
In un recente studio (Apr 2010) , i ricercatori hanno esaminato un piccolo gruppo di bambini con entrambi malattia mitocondriale e l’autismo.
Fonti:
  1. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15739723?ordinalpos=1&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_DiscoveryPanel.Pubmed_Discovery_RA&linkpos=1&log$=relatedarticles&logdbfrom=pubmed
  2. http://jcn.sagepub.com/content/25/4/429.abstract
La frequenza di regressione autistica nella popolazione generale dei pazienti con autismo è stata stimata essere del 25%. La Regressione è definita come una perdita di capacità di sviluppo entro 2 settimane dopo  febbre.
La regressione autistica è stata identificata nel 60% dei partecipanti allo studio, e rappresenta un aumento statisticamente significativo sulla stima del 25% dei pazienti. Il tasso di regressione autistica in questo gruppo altamente selezionato di persone è stato di circa il doppio del tasso di regressione riportato nella popolazione generale dei pazienti con disturbo dello spettro autistico. La febbre è associata ad una regressione in pazienti con diversi tipi di malattie mitocondriali, nonché in una vasta gamma di altre classi di malattia metaboliche.
I nostri dubbi:
•Come siamo sicuri senza anamnesi prevaccinali che i disturbi e le malattie mitocondriali siano ereditarie e già preesistenti, negando la correlazione con la vaccinazione?
• Qual è la percentuale di bambini che hanno una malattia mitocondriale preesistente, sviluppando in seguito l’autismo dopo essersi vaccinati?
• Qual è la percentuale di bambini sani i quali hanno sviluppato una malattia mitocondriale a seguito della vaccinazione?
• E ‘possibile avere un disturbo mitocondriale e non essere autistico? La madre di Hannah Poling, Terry Poling, ha la stessa malattia genetica , ma non è autistico. Possiamo quindi concludere che se si ha un disturbo mitocondriale, si può vivere una vita normale e sana fino al giorno in cui non ci si vaccina?
Terry Poling è un’anomalia o ci sono diversi casi come il suo? Ricordate che quando Terry era un bambina, ha ricevuto solo un quarto del numero dei vaccini che i bambini americani di oggi ricevono.

ECCO IL PROGRAMMA DI VACCINAZIONE DEGLI STATI UNITI DEL 1983 RISPETTO AL 2007:

1 foto poling

(Per osservare le tabelle del  programma di vaccinazione recente e quella degli anni passati, cliccare sulla fonte dell’articolo).
Ritornando agli studi richiesti,poniamo il quesito seguente.
(Per i Farmaci normalmente passano attraverso 10 anni di sviluppo e test prima di ottenere l’approvazione della FDA, e anche allora, il test è scadente ).
In 6 mesi,si riesce a testare tutto? lo dubitiamo fortemente. Perché la necessità di fare questo?
(Leggere per approfondimenti la “prova del danno” di David Kirby , un libro molto ben documentato sul come e perché il governo degli Stati Uniti abbia permesso la presenza del mercurio nei vaccini).
Un altra documentazione importante da leggere per approfondire riguarda la vaccinazione  DTaP (difterite, tetano e pertosse del dicembre 2005.
AGGIORNAMENTO STUDI E CORRELATI
studi
Marcatori di Celiachia e Gluten Sensitivity in bambini con autismo
AUTISMO E TERAPIA DIETETICA: CASE REPORT E REVISIONE DELLA LETTERATURA
CADE UN ALTRO FONDAMENTO DEI NOSTRI DETRATTORI; LE PROBLEMATICHE NEUROLOGICHE E GASTROINTESTINALI POSSONO MIGLIORARE IN SEGUITO AD UNA DIETA PRIVATIVA DI GLUTINE E CASEINA.
Identificazione del profilo unico di espressione genica in bambini con Disturbo dello Spettro Autistico regressivo (ASD) e ileocolite.
I sintomi gastrointestinali sono comuni nei bambini con disturbo dello spettro autistico (ASD) e sono spesso associati a processi infiammatori della mucosa dell’intestino tenue e crasso. 
 I dati empirici confermano sintomi autistici relativi a alluminio ed esposizione di paracetamolo. L’incidenza dell’Autismo è in aumento in modo allarmante, e fattori ambientali sono sempre più sospettati di avere un ruolo in questo aumento. Il lavoro analizza modelli di frequenza di parole nel sistema Vaccine Adverse Events USA Segnalazione CDC (VAERS). I risultati forniscono una forte evidenza sostegno di un legame tra autismo e l’alluminio nei vaccini. Una revisione della letteratura mostra un ulteriore sostegno alla tossicità dell’alluminio nella fisiologia umana. I dati VAERS sull’autismo mostrano come questo è andato costantemente aumentando, alla fine del secolo scorso, in un periodo in cui il mercurio è stato in fase di esaurimento, sostituito da un aumento dell’adiuvante a base di alluminio.
“Condizioni Gastrointestinali nei bambini con Disturbo dello Spettro Autistico: Sviluppare di un programma di ricerca”
Una associazione positiva tra prevalenza di autismo e vaccinazione tra la popolazione infantile degli Stati Uniti.
STUDI PUB MED DIMOSTRANO UN LEGAME TRA VACCINI E AUTISMO
VACCINO MPR AUTISMO 
23 Aprile 2013 Alluminio nel sistema nervoso centrale (CNS): tossicità nell’uomo e negli animali, adiuvanti di vaccini, e autoimmunità.
Nei bambini piccoli, una correlazione altamente significativa esiste tra il numero dei vaccini pediatrici somministrati contenenti l’adiuvante alluminio e il tasso di disturbi dello spettro autistico. Molte delle caratteristiche di neurotossicità indotta dall’alluminio possono sorgere, in parte, da reazioni autoimmuni, come parte della sindrome ASIA.
Tossicità dei vaccini in età pediatrica
Adiuvanti in alluminio contribuiscono alla crescente prevalenza di autismo?
Uno studio comet test rivela che l’alluminio induce danno al DNA e inibisce la riparazione di radiazioni lesioni indotte nei linfociti del sangue periferico.
29 Gennaio, 2012. Un nuovo studio canadese dei meccanismi di tossicità adiuvante dell’alluminio nei pazienti pediatrici conferma che le sfide del sistema immunitario durante il primo sviluppo, compresi quelli indotti dal vaccino, possono portare ad alterazioni permanenti dannose del cervello e la funzione del sistema immunitario
21 Febbraio 2012 Meccanismi di tossicità adiuvante alluminio e autoimmunità nella popolazione pediatrica.“Secondo la US Food and Drug Administration, la valutazione della sicurezza dei vaccini spesso non include studi di tossicità adeguati…. Nel loro insieme, queste osservazioni plausibili sollevano preoccupazioni circa la sicurezza complessiva degli attuali programmi di vaccinazione infantile” ” In sintesi, le evidenze della ricerca dimostra che le preoccupazioni crescenti circa le pratiche di vaccinazione in atto può infatti essere giustificata. Perché i bambini possono essere più a rischio di complicanze indotte vaccino, una valutazione rigorosa delle correlate al vaccino impatti negativi per la salute nella popolazione pediatrica è urgente”.
Oligoelementi tossici nei capelli dei bambini con autismo
Alluminio-adiuvati transitoriamente aumentare i livelli di alluminio nel tessuto cerebrale Murine
MERCURIO
Studio condotto in Giappone gen. 2013
Il metilmercurio (metilmercurio) è un inquinante ambientale ben noto che induce gravi danni neuronali, attraversa rapidamente la barriera emato-encefalica, e dovrebbe interessare sia i neuroni che le cellule gliali.
  • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3585279/

DECREASED NUMBERS OF CD57+CD3- CELLS IDENTIFY POTENTIAL INNATE IMMUNE DIFFERENCES IN PATIENTS WITH AUTISM SPECTRUM DISORDER.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26912817 tratto da www.vacciniinforma.it
loading...

Scelti per voi

Google+ Followers